INDICE EDIZIONI Sabato 9 Novembre 2002

CONVEGNO DI AN CON I SOTTOSEGRETARI BERSELLI E VALENTINO
«Giustizia, il Sud aspetta risposte»

Difesa, giustizia, lavoro: mali endemici del Mezzogiorno. E riacutizzati dal «giovedì nero» della rabbia dei senzalavoro in città. Ne hanno discusso alla Stazione marittima in una tavola rotonda organizzata da Alleanza nazionale su «Difesa, giustizia, lavoro, etica ed effetti riforme P. A. nel Mezzogiorno» i sottosegretari Filippo Berselli (Difesa), Giuseppe Valentino (Giustizia), il presidente della commissione Attività produttive del Senato Franco Pontone, l’esponente di An e consigliere d’amministrazione delle Poste italiane Antonio Mazzone, il segretario generale dell’Unione sindacati autonomi europei, Adamo Bonazzi, il segretario di Krls Italia Vittorio Carlomagno.
Il sottosegretario Valentino auspica «in tempi ragionevolmente brevi una riforma della macchina della giustizia». Costante, l’attenzione con cui da Napoli si guarda a Palazzo Chigi. Antonio Mazzone si augura che Berlusconi e Fini concretizzino le promesse rivolte al Sud, rilevando l’assenza all’incontro dei sottosegretari Saporito e Viespoli «che avrebbero potuto dare qualche risposta ai tanti napoletani senza lavoro». Pontone confida nell’aiuto che può arrivare dalle banche «che devono essere al servizio del cittadino e non limitarsi, come avviene al Sud, a prendere risparmi degli utenti. È sempre più difficile per i meridionali avere credito». Speranze per gli lsu arrivano dal sottosegretario Valentino. «Entro fine anno - ricorda - scade il progetto. Ma sono convinto che il termine venga prorogato anche per il 2003». Tutt’altro che incoraggiante invece lo spaccato che emerge dal sindacato autonomo Usae-Flp: a rischio esuberi sarebbero 14mila lavoratori della Difesa in diversi stabilimenti italiani, in Campania - secondo il sindacato - sarebbero interessati i 500 lavoratori delle Maricorderie di Castellammare e Torre Annunziata, già passati all’Agenzia industria Difesa, mentre l’Arsenale Esercito Napoli con 400 dipendenti è già stato accorpato al Polo Mantenimento pesante del Sud. Incerta, per il sindcato, sarebbe la sorte al Pirotecnico di Capua (400 dipendenti) e del Cerico e Cericomiles Napoli (150 dipendenti). Premio «alla carriera» a padre Massimo Rastrelli, cui è stata conferita la presidenza onoraria di Krls, organismo che nasce da un gruppo di professionisti di varie nazioni che si ispirano ai principi etici e morali di Sant’Ignazio.
ro.gi.